L’onore delle armi per Simone Gesi!

11 ottobre 2009

Andrea Rossi (Jrata) dopo la partenza della seconda tappa da Funchal

Andrea Rossi (Jrata) dopo la partenza della seconda tappa da Funchal

L’amico Simone Gesi dopo aver condiviso con Andrea una difficile prima tappa segnata dal malfunzionamento del pilota automatico è stato costretto, sempre per lo stesso problema, a ritirarsi dalla corsa fermandosi alle Canarie. Non posso che ribadire, ancora una volta, che chiunque arrivi anche solo a qualificarsi per una Transat650 merita ammirazione e rispetto. Simone con una qualifica record e il titolo italiano Mini650 2009 si ritira ma a testa alta: bravo Simone!

Il gruppo di testa degli 80 concorrenti rimasti in gara ha passato Capo Verde e sta per entrare nella zona delle calme equatoriali caratterizzate da venti leggeri e variabili. Andrea ancora stazionario in quarantacinquesima posizione si trova ancora a 150 miglia dall’arcipelago e procede spinto dall’aliseo di NE a 6,5 nodi. La posizione e la prestazione di Jrata mi fa sospettare sempre più seriamente che il problema al pilota patito nella prima tappa non sia stato completamente risolto. Al momento non ci sono però conferme al riguardo dal comitato di regata che non ha inserito Andrea tra gli scafi che si fermeranno al porto di Mindelo a NW di Capo Verde per un rapido pit stop (tra loro lo svizzero Mathieu Verrier). Ne sapremo di più nelle prossime ore.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *