Gaggini’s pesto on Port des Minimes

18 agosto 2009

P9161997

Le giornate trascorrono, sveglia alle 09:00 (dormiamo in barca) colazione con il resto del gruppo e poi si attacca con i lavori, ma fino alle 12:00 perchè poi il caldo e il sole a picco impediscono ogni attività. Generalmente nelle ore più calde mi tutffo a far carena, infatti in questo porto bastano pochi giorni per avere già un sottile strato d’alga sullo scafo. Un operazione che odio, sopratutto in porto, ma necessaria, se voglio mantenere la carena in perfetto stato… non vanifichiamo gli sforzi di quest’inverno per ottenere un fondo perfetto!
La sera generalmente mangiamo sul pontile e a turno si cucina per gli altri. Ieri sera è toccato a me e per fortuna avevo l’arma segreta del pesto fatto in casa (produzione Gaggini). Grazie ancora!
Oggi è arrivato l’amico Gaetano (proto 437, GRF91) che ha subito trovato un appartamento che sarà “Casa Italia” in cui ci trasferiremo questa sera… italiani, si, ma anche un infiltrato svizzero ed uno spagnolo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *