La flotta oltre le Canarie inizia a sentire l’Aliseo

7 ottobre 2009

Care veliste e velisti vi scrivo di seguito un breve sunto della situazione, scusate il ritardo ma sono in viaggio per lavoro e non ho sempre Internet a disposizione. Ma non temete, in un modo o nell’altro, non vi lascerò a digiuno di Atlantico!

5 ottobre, ore 7.00
I primi cinque giorni di regata per gli skipper della Transat650 sono stati molto difficili da interpretare. Le 600 miglia che separano Funchal, porto di partenza della seconda tappa, dalle Canarie sono state coperte dagli 82 regatanti su rotte quantomeno inconsuete. Per raggiungere l’aliseo di NE slittato oltre l’arcipelago spagnolo, a causa di una depressione centrata sulle Azzorre, la flotta è passata dentro alle Canarie. Dal gruppo principale sono partiti “in volata” alcuni scafi, cercando di approfittare della situazione di grande incertezza meteo, uno più a Est, quasi sotto la costa africana, e l’altro a Ovest dell’arcipelago spagnolo. Quest’ultimo si è rivelato il “bordo” migliore ed ha permesso a Charlie Dalin (Cherche sponsor – charliedalin.com) di prendere, solitario, il comando dei serie. 45 miglia dietro di lui si stanno dandobattaglia 14 scafi che si scambiano continuamente posizione in una spettacolare bagarre. Tra loro, Riccardo Apolloni (Ma vie pour MAPEI) è attualmente ottimo secondo e Luca Tosi (Golden apple of the sun) undicesimo. Più indietro gli altri italiani, Giancarlo Pedote (Prysmian) diciottesimo, Luca Del Zozzo (Corradi) diciannovesimo e Daniela Klein (Tacchificio Monti) ventunesima. In fondo al gruppo, forse alle prese con qualche problema tecnico di troppo, Andrea Rossi (Jrata) è quarantaquattresimo e Simone Gesi (Dagadà) quarantasettesimo. Tra i prototipi Andrea Caracci (Speedy Maltese), dopo aver optato per il “bordo” sbagliato verso l’Africa, sta recuperando posizioni e si trova in ventiseiesima posizione a 164 miglia dal primo Stéphane Lediraison (CULTISOL – marins sans frontieres). In ventisettesima posizione Gaetano Mura (GRF 91). Le 2500 miglia che separano la flotta dall’arrivo lasciano aperti ancora tutti i pronostici.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *